Passa ai contenuti ↓

Donna Marella Agnelli

La Commissione Nazionale Italiana ricorda Donna Marella Agnelli, scomparsa lo scorso 23 febbraio. 

Era il 1970 quando Donna Marella Agnelli Caracciolo di Castagneto fondò, insieme all’Ambasciatore Bartolomeo Migone e all'onorevole Paolo Rossi, la Commissione Italiana per i Collegi del Mondo Unito. Così facendo svolse un ruolo propulsivo fondamentale per il Movimento degli United World Colleges,che ormai coinvolge in tutto il mondo più di 60.000 ex studenti uniti dalla missione di “fare dell’istruzione una forza per unire popoli, nazioni e culture per la pace e un futuro sostenibile”.

La solidità della presenza in Italia di una Commissione Nazionale UWC, che cura le selezioni di un numero sempre più nutrito di studenti italiani da inviare nei 17 collegi di tutto il mondo, e quella dello stesso Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico (a Duino dal 1982) devono moltissimo all’impegno, alla sensibilità e alla generosità di Donna Marella.


Il Collegio è orgoglioso del fatto che tale legame storico perduri nel tempo: lo dimostrano il generoso sostegno della Fondazione Agnelli e la vicinanza, anche personale, al Collegio delle famiglie Agnelli e Caracciolo di Castagneto, che lo scorso agosto hanno trascorso una giornata con i nostri studenti.

Il Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico, la Commissione Nazionale Italiana UWC e la Fondazione per i Collegi del Mondo Unito si uniscono nel partecipare con commossa e memore gratitudine al lutto delle famiglie Agnelli e Caracciolo di Castagneto.

'ambasciatore Gianfranco Facco Bonetti, già Presidente del Collegio di Duino e tra i padri fondatori del Collegio, così rievoca la figura della vedova dell'avvocato Gianni Agnelli: “Donna Marella Agnelli è stata una figura determinante negli anni decisivi per la nascita in Italia del Movimento degli United World Colleges. Inizialmente, negli anni ‘60 del secolo scorso, allorché si venne a creare in Italia una Commissione Nazionale UWC e, in seguito, negli anni ‘70 ed ‘80, nella fase ancor più complessa della promozione e del lancio nel nostro Paese di un Collegio del Mondo Unito, Donna Marella rappresentò una presenza costante, attenta, generosa e benevola. La ormai grande famiglia italiana dei Collegi le è quindi debitrice, per una parte importante, della sua stessa esistenza."

Page 1

No news stories have been added to this category yet.